Religione nei periodi Tang e cinque dinastie (www.chinaknowledge.de)

Chang’an non era solo la capitale del vasto impero Tang 唐 (618-907), ma anche un centro in cui si riunivano diverse culture di tutta l’Asia. Era l’estremità orientale delle lunghe vie carovaniere che conducevano al Vicino Oriente (“vicino” dal punto di vista europeo). Il buddismo una volta arrivò lungo la Via della Seta in Cina, e durante il periodo Tang i mercanti portarono l’Islam (yisilanjiao 伊斯蘭教) dall’Arabia e dalla Persia. Ma anche il pensiero zarathustriano (xianjiao 祆教) e manicheo (monijiao 摩尼教) dalla Persia e dal cristianesimo nestoriano (jingjiao 景教) raggiunsero la Cina e trovarono seguaci e credenti. Anche gli ebrei sono stati trovati sotto i mercanti stranieri che sono venuti in Cina.
Il daoismo (daojiao 道教) in origine non era una religione protetta dallo stato in Cina. Il pensiero vicino alla natura era tenuto privatamente da molte classi sociali, in particolare dall’aristocrazia della bassa valle dello Yangtze durante il periodo delle dinastie settentrionale e meridionale (Nanbeichao北 北朝, 420~589). Durante il periodo Tang il daoismo era tenuto in grande considerazione dalla corte perché il cognome del dio filosofo taoista Laozi was era Li 李, come il cognome degli imperatori Tang.
Il buddismo (fojiao 佛教) aveva raggiunto la sua maturità all’inizio della dinastia Tang. Tutti i gruppi sociali in Cina hanno allevato credenti nella religione straniera. Ma il buddismo era già diventato una religione cinese da diversi passaggi di assimilazione. Chierici e monaci non erano più visti come indipendenti dallo stato, dalla legge e dalla società. Anche se gli imperatori Tang erano generalmente più affezionati al Daoismo, la maggior parte delle grandi personalità proteggevano anche il buddismo, specialmente l’imperatrice Wu 武則天 (r. 684/690-704) che sponsorizzava alcune delle grandi opere alle grotte di Longmen 龍門石窟. Ma diverse ragioni portarono alle grandi proscrizioni del ix secolo, specialmente nell ‘ 845, tra cui la ricchezza accumulata dai monasteri e il caso che molte persone entrarono nella comunità buddista per sfuggire al servizio militare e al dovere fiscale. Una terza ragione fu la rinascita del confucianesimo (rujiao 儒教) i cui rappresentanti scrissero manifesti contro la religione straniera, accusandola di distruggere il sistema sociale dei doveri e dei diritti delle persone superiori e inferiori.
L’era Tang fu la grande epoca dei pellegrinaggi in India, la culla del buddismo. Il pellegrino più importante fu il traduttore Xuanzang 玄奘( viaggiato 629-645) che riportò molti sutra e creò regole per tradurre i sutra in cinese. Xuanzang viaggiò via terra e scrisse un rapporto dei paesi che vide, il Da-Tang xiyu ji 大 大 “Rapporto delle regioni ad ovest del Grande Tang”. Le sue avventure divennero l’oggetto di molte opere teatrali e romanzi, come il famoso romanzo del tempo Ming Xiyouji Journey “Viaggio in occidente”. Un altro pellegrino che andò in India e Ceylon in nave, fu Yijing who che iniziò il suo viaggio nel 671. I rapporti cinesi sono le uniche fonti che abbiamo su lunghi periodi di storia indiana. I pellegrini non solo andavano in India, ma il buddismo Tang produceva un intenso flusso di missionari da e per la Corea e il Giappone. Cinese monaci andato in Giappone, come Jianzhen 鑒真 (in Giapponese: Kanjin), e monaci Giapponesi trascorso anni in Cina, come Kukai 空海 (Cinese: Konghai), il fondatore della Scuola Shingon 真言宗 (Cinese: Zhenyan), e Ennin 圓仁 (Cinese: Yuanren) che ha scritto un impressionante diario sulle sue avventure in Cina.
Con le sue caratteristiche diventando sempre più cinese, il buddismo in Cina ha sviluppato le proprie scuole o sette (zong or o jiao j). Le scuole più importanti sono la Terra Pura Scuola (Jingtujiao Terra Pura Setta o Jingtuzong Setta della Terra Pura) che si concentra sul semplice Amitabha culto; Tiantai Scuola (tiantaijiao Tiantai Setta o Tiantaizong Tiantai Setta fu fondata da Zhiyi Zhiyi; Fazang fondata la Ghirlanda Scuola (Huayanjiao Huayan Setta o Huayanzong Huayan Setta), basandosi sulla “Sutra della Ghirlanda “Huayanjing Huayanjing; una scuola molto speciale che rinunciava al dogma, all’ascetismo, ai riti e al sistema monastico tradizionale, era la Scuola Chan (chanjiao 禪教 o chanzong Zen) (meglio conosciuta con la sua pronuncia giapponese Zen), fondata da Bodhidharma e Huineng 慧能. I credenti di Chan facevano affidamento su enigmi e azioni spontanee per raggiungere l’illuminazione. Fu la Scuola Chan che sviluppò anche le tecniche di combattimento conosciute in tutto il mondo (gongfu 功夫, “Kung-fu”) nel Monastero Shaolin 少林寺. Per ulteriori informazioni sulle scuole buddiste vedere il capitolo Buddismo.
Altre importanti pubblicazioni buddhiste furono l’enciclopedia Fayuan Zhulin 法園珠林 “Foresta di gemme nel giardino della legge” di Daoshi 道世, e il “Grande Sutra delle Nuvole” di Dayunjing 大 san (sanskr.: Mahamegha-sutra) che gli imperatori Tang avevano pregato per il beneficio dello stato.
La chiusura delle rotte dell’Asia centrale da parte di arabi e tibeti nel x secolo, insieme alle persecuzioni del ix secolo, pose fine alla grande età del buddismo in Cina. Divenne una religione silenziosa, come il Daoismo, e poteva mantenere i suoi numerosi seguaci tra la popolazione fino ad oggi.

Chang’an non era solo la capitale del vasto impero Tang 唐 (618-907), ma anche un centro in cui si riunivano diverse culture di tutta l’Asia. Era l’estremità orientale delle lunghe vie carovaniere che conducevano al Vicino Oriente (“vicino” dal punto di vista europeo). Il buddismo una volta arrivò lungo la Via della Seta in Cina,…

Chang’an non era solo la capitale del vasto impero Tang 唐 (618-907), ma anche un centro in cui si riunivano diverse culture di tutta l’Asia. Era l’estremità orientale delle lunghe vie carovaniere che conducevano al Vicino Oriente (“vicino” dal punto di vista europeo). Il buddismo una volta arrivò lungo la Via della Seta in Cina,…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.