Lezioni dall’estinzione del rospo dorato della Costa Rica

Bellissima foresta verde nella Riserva della Foresta pluviale di Monteverde

Uno dei più famosi anfibi in Costa Rica non esiste più nel paese a tutti. L’estinzione del rospo dorato, che un tempo svolgeva un ruolo importante nella promozione dell’ecoturismo in America centrale, ha ispirato la ricerca scientifica e gli sforzi di conservazione in corso.

Miglior Cloud Forest Lodges
Prezzo

Rospo immerso nella vernice

Il rospo dorato fu trovato per la prima volta nel 1966, quando fu scoperto dal famoso erpetologo Jay Savage nelle foreste tropicali di Monteverde, in Costa Rica. Anche se erano piuttosto piccole dimensioni, misurando solo due pollici di lunghezza alla maturità, queste creature si distinguevano dal loro ambiente grazie a quello che è stato chiamato il loro colore “Day-Glo golden orange”. Il loro colore era così brillante che quando ne vide per la prima volta uno, Savage pensò che il rospo dorato assomigliasse a un rospo diverso immerso nella vernice smaltata. Questa brillante colorazione ha reso la specie un grande ambasciatore per la Costa Rica, e il rospo è stato spesso descritto in materiali promozionali reclamizzando ricca biodiversità del paese.

Dichiarato estinto

Nel corso dei due decenni successivi alla loro scoperta, i rospi dorati prosperarono in una regione di 12 miglia quadrate vicino a Monteverde. Già nell’estate del 1987, gli ecologisti registravano avvistamenti di oltre 1.500 rospi adulti in un arco di tre mesi. Nel giro di due anni, tuttavia, la specie scomparve completamente e nessun esemplare vivente è stato visto dal 15 maggio 1989. Dopo anni di ricerche, l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura ha dichiarato estinto il rospo dorato.

Possibili ragioni

L’estinzione del rospo dorato ha scatenato un grande dibattito scientifico e di indagine, come l’improvvisa scomparsa dell’animale è visto come l’inizio di una tendenza di declino simile tra le popolazioni di altri anfibi. Gli scienziati hanno proposto una serie di possibili ragioni per la perdita del rospo dorato, tra cui il riscaldamento globale, l’infezione fungina, l’inquinamento atmosferico e le condizioni asciutte causate da El Niño. L’estinzione di questa specie si è rivelata un caso di studio prezioso per coloro che studiano altre rane e rospi minacciati dal declino, dando al mondo scientifico una visione importante dell’ecologia dietro i cambiamenti nelle popolazioni di anfibi.

Programmi di allevamento

Queste informazioni hanno aiutato molti ambientalisti a lanciare nuovi sforzi per proteggere le restanti specie di rane e rospo del mondo dall’estinzione. Gli zoo di tutto il mondo hanno lanciato programmi di riproduzione in cattività per aiutare a salvaguardare gli animali dalle rapide fluttuazioni delle condizioni naturali, dando loro la possibilità di sopravvivere ad alcune delle stesse minacce che potrebbero aver ucciso il rospo dorato.

Bellissima foresta verde nella Riserva della Foresta pluviale di Monteverde Uno dei più famosi anfibi in Costa Rica non esiste più nel paese a tutti. L’estinzione del rospo dorato, che un tempo svolgeva un ruolo importante nella promozione dell’ecoturismo in America centrale, ha ispirato la ricerca scientifica e gli sforzi di conservazione in corso. Miglior…

Bellissima foresta verde nella Riserva della Foresta pluviale di Monteverde Uno dei più famosi anfibi in Costa Rica non esiste più nel paese a tutti. L’estinzione del rospo dorato, che un tempo svolgeva un ruolo importante nella promozione dell’ecoturismo in America centrale, ha ispirato la ricerca scientifica e gli sforzi di conservazione in corso. Miglior…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.