La storia delle serrature – dall’antico Egitto ai giorni nostri

Il più antico prototipo conosciuto, un precursore in legno della serratura a perno, risale a circa 2.700 anni fa, recuperato dalle rovine di un palazzo egiziano.

I Romani svilupparono la tecnologia egiziana sostituendo il ferro con chiavi in legno e bronzo e sviluppando serrature protette con sporgenze interne che richiedevano una chiave corrispondente.

credito: Alamy

Le serrature protette sono rimaste lo standard del settore per circa 2.500 anni, diventando squisitamente complicate e ornate nel processo mentre i produttori di serrature tentavano di confondere i raccoglitori.

credito: Alamy

Nel 1778, Robert Barron brevettò la serratura a doppio effetto, sviluppata ulteriormente nel 1818 da Jeremiah Chubb, che incorporò una molla nel meccanismo.

credito: Wikimedia

La serratura di sicurezza di Joseph Bramah, brevettata nel 1784, impiegava una chiave cilindrica. Convinto della sua inviolabilità, Bramah ha offerto una ricompensa di £200 a chiunque potesse sceglierlo. Nessuno l’ha fatto per 50 anni.

credito: Getty

Nel 1848, Linus Yale brevettò e migliorò la serratura a cilindro compatta Yale, che si basava vagamente sul primo modello egiziano pin-tumbler.

credito: Alamy

Con l’ascesa delle banche, un diverso tipo di serratura – la combinazione – è stato necessario per la sicurezza di casseforti e caveau. Ahimè, questo ha semplicemente lasciato il posto ai ladri che ricorrevano a “soffiare via le porte insanguinate”.

credito: Getty

Le serrature oggi sono ancora basate sui modelli Bramah, lever, Yale e combination, che ci collegano direttamente con quegli antichi romani ed egiziani nel nostro bisogno di proteggere le proprietà che possediamo.

credito: Getty

L’arrivo di Conexis L1 SmartLock, una collaborazione tra Yale e Everest, inaugura la prossima generazione di serrature, che non richiedono una chiave e possono essere gestite e gestite tramite app per smartphone o tag chiave.

Una serratura intelligente rivoluzionaria

Conexis L1 SmartLock promette di rivoluzionare il modo in cui entriamo nelle nostre case. Non sarai mai bloccato di nuovo – perché tutto quello che dovete fare è puntare il vostro smartphone, tag chiave o key card alla porta e “Sesamo aperto”.

È anche ottimo per dare l’ingresso a tempo ad altri, come operai o familiari.

Per ulteriori informazioni, chiamare il numero 0800 008 7185 o visitare everest.co.uk

Il più antico prototipo conosciuto, un precursore in legno della serratura a perno, risale a circa 2.700 anni fa, recuperato dalle rovine di un palazzo egiziano. I Romani svilupparono la tecnologia egiziana sostituendo il ferro con chiavi in legno e bronzo e sviluppando serrature protette con sporgenze interne che richiedevano una chiave corrispondente. credito: Alamy…

Il più antico prototipo conosciuto, un precursore in legno della serratura a perno, risale a circa 2.700 anni fa, recuperato dalle rovine di un palazzo egiziano. I Romani svilupparono la tecnologia egiziana sostituendo il ferro con chiavi in legno e bronzo e sviluppando serrature protette con sporgenze interne che richiedevano una chiave corrispondente. credito: Alamy…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.